La miglior carne
merita i migliori consigli.

La “Dry Aged” è un tipo di carne davvero unico nel suo genere. Per questo va cucinata con cura e attenzione, così da poterla assaporare al massimo della sua bontà. E per questo noi di It’s abbiamo chiesto ai nostri chef di consigliarvi il miglior modo per prepararla e trattarla come una regina delle carni merita.

Le prime fasi di preparazione
1
Togli la carne dal frigo per farla arrivare a temperatura ambiente e disponila su un piatto con carta assorbente. Assicurati di asciugare perfettamente la carne: è fondamentale per permettere la formazione della crosta.
2
Sala la carne alcune ore prima della cottura: la dose che consigliamo è mezzo cucchiaino di fior di sale per ogni 400 grammi di carne. In questo modo la carne manterrà gusto e succosità anche dopo la cottura.
3
Appena prima di cuocerla spennella un velo di olio extravergine d’oliva su tutti i lati e, dopo un paio di minuti, procedi con una seconda spennellata. L’olio consente al calore di propagarsi in modo veloce ed efficace, esaltando il sapore della carne.
E ora? Come preferisci cuocerla?

A questo punto potete scegliere di cucinarla in maniera classica, direttamente sulle braci, oppure utilizzando il metodo “Reverse Searing”. Tutto dipende dall’occasione e dal vostro gusto: il sapore sarà ottimo in ogni caso.

Reverse Searing
Morbidezza e succosità: una volta sperimentato non potrai più farne a meno.
SCOPRI
Alla brace
Un metodo classico che renderà la tua Dry Aged saporita e profumata.
SCOPRI
Su fornello
Il metodo più veloce per ottenere il profumo e sapore tipico della carne arrosto.
SCOPRI
Lasciatela riposare

Finita la cottura, adagia la tua bistecca su un piatto, coprila con alluminio per alimenti e aspetta almeno un paio di minuti prima di mangiarla: così darai modo ai succhi interni di ridistribuirsi e non avrai perdita di gusto, sapidità e succulenza. Un ultimo consiglio? Servila a tavola su un piatto caldo o una ardesia rovente: questo farà si che si mantenga calda per tutta la durata del pasto.